Get Adobe Flash player

Votazioni del 17.6.2012

In merito alle votazioni federali di Domenica prossima desideriamo spiegare ai cittadini il nostro punto di vista sui tre progetti in votazione.

 

 

Iniziativa popolare "Accesso alla proprietà grazie al risparmio per l’alloggio" SI

 

 

Quest’iniziativa intende facilitare coloro che desiderano acquistare o costruire la prima proprietà abitativa. Si intende introdurre una deduzione fiscale sul reddito fino a 10'000.- franchi annui per il massimo di 10 anni. Per i coniugi è possibile una deduzione di 20'000.- franchi annui. La sostanza accumulata sarebbe anch’essa esente da imposta. Queste agevolazioni vanno a privilegiare in primo luogo le persone del ceto medio e lo scopo è quello di fare in modo che in Svizzera la quota di proprietari della propria prima abitazione possa aumentare. In riferimento alla nostra regione, l’accettazione il 12 marzo scorso dell’iniziativa sulle seconde case potrebbe causare la perdita di molti posti di lavoro nel settore edile ed artigianale. Siamo quindi del parere che un’iniziativa volta ad agevolare la costruzione o l’acquisto di prime case sia da sostenere anche sotto questo punto di vista.

 

 

Iniziativa popolare "Per il rafforzamento dei diritti popolari in politica estera (accordi internazionali: decida il popolo!) SI

 

 

L’iniziativa, qualora venisse accolta, obbligherebbe le istituzioni federali a sottoporre al giudizio del Popolo i trattati internazionali di una certa importanza. I criteri sono i seguenti:

- trattati che impongono alla Svizzera l’adozione del diritto straniero o del diritto non ancora conosciuto;

- trattati che obbligano la Svizzera a riconoscere tribunali e decisioni giudiziarie esteri;

- trattati che impongono alla Svizzera il versamento all’estero di contributi una tantum superiori al miliardo di franchi o spese ricorrenti all’estero superiori ai 100 milioni di franchi all’anno.

 

Siamo del parere che sempre di più la Svizzera sia confrontata con trattati di importanza non indifferente. Consiglio federale e Parlamento ritengono inutile il referendum obbligatorio. Noi sosteniamo il parere opposto con la motivazione che il coinvolgimento del Popolo nei casi previsti dall’iniziativa è dovuto. Il Popolo è capace di scegliere il proprio futuro e di prendere le decisioni strategiche. Invitiamo quindi la popolazione a sostenere con un convinto SI quest’iniziativa.

 

 

Modifica della legge federale sull’assicurazione malattie (Managed Care) NO

 

 

La modifica definisce i criteri per soddisfare il modello di cure integrate. Questo modello (Managed Care) è già tutt’ora in funzione. Il Consiglio federale intende però ampliare questo modello affinché con il tempo il 100% della popolazione aderisca al sistema. Per fare ciò si prevedono degli sgravi sui premi per chi accetta questo modello assicurativo. Al contrario, chi non accetta il modello deve subire un aumento dei premi della cassa malati. Per garantire lo sgravio a chi aderisce, il modello prevede che l’assicurato non ha più la libera scelta del medico. Il cittadino potrà quindi scegliere una rete di medici, ospedali e farmacie e non potrà scegliere di volta in volta il proprio medico. Noi siamo del parere che questa limitazione della libertà di scelta del medico non sia favorevole al cittadino. È ovvio che, perlomeno per quanto riguarda i cittadini a basso reddito, questa legge impedisce loro di scegliere il medico o lo specialista di fiducia in quanto non possono permettersi premi onerosi. Inoltre non siamo convinti che questo modello porti a significativi risparmi nonché miglioramenti del servizio nel settore sanitario.

 

 

Consiglio scolastico

 

Per quanto riguarda l’elezione del Consiglio scolastico vi invitiamo a sostenere Rosanna Crameri-Nesina nella Frazione Prada, Marco Betti nella Frazione Campiglioni e Arno Marchesi nella Frazione Aino, quali membri principali.

 

 

Vi ringraziamo per il sostegno.

 

I simpatizzanti UDC-Valposchiavo